Parlamento, specchio del paese

Sono 40 anni dal rapimento di Aldo Moro. Sui giornali si ripercorre la storia di quei momenti drammatici sia per lo Stato che per le famiglie delle persone purtroppo uccise e nelle immagini e tra le parole, si percepisce la statura morale dei politici dell’epoca, una grandezza che non può esser ricondotta solo “alla storicizzazione” dei personaggi. Perché si sa, quando si guarda indietro, la storia rende tutto un po’ più affascinante ma dietro ogni scelta di quelle persone si vedeva passione, lungimiranza e sofferenza.

Oggi siamo persone più informate, più competenti, più veloci rispetto a mezzo secolo fa. Ma a cosa sia servito, ogni tanto me lo domando, questa bulimia di informazioni che ci offusca la mente tanto da non discernere il vero dal falso, il serio da faceto sino, talvolta, a veicolare voci di popolo come pietre miliari della scienza. Forse non tutti siamo fatti per gestire tutte queste informazioni, come se il nostro cervello non avesse spazio e per, esigenze interne, ci obbligasse a fermarci, ad esempio, alla lettura del solo titolo di un articolo o all’associazione di idee che ci da un’immagine e la sua didascalia.

La verità è che non è peggiorata la classe politica, ma che questa si è limitata a rimanere al passo della gente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: